GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Pneumobase.it
OncoPneumologia

Efficacia e sicurezza di Delamanid in combinazione con un regime di base ottimizzato per il trattamento della tubercolosi multiresistente


Delamanid ( Deltyba ) è uno dei due farmaci approvati di recente per il trattamento della tubercolosi multiresistente.
Sono state valutare la sicurezza e l'efficacia di Delamanid nei primi 6 mesi di trattamento.

Uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, di fase 3 è stato condotto in 17 Centri in 7 Paesi ( Estonia, Lettonia, Lituania, Moldavia, Perù, Filippine e Sud Africa ).
Sono stati arruolati adulti idonei a partire da 18 anni con tubercolosi polmonare multiresistente ai farmaci per ricevere, in combinazione con un regime di base ottimizzato sviluppato secondo le lineeguida WHO e nazionali, Delamanid orale ( 100 mg due volte al giorno ) per 2 mesi seguito da 200 mg una volta ogni giorno per 4 mesi oppure placebo ( stesso regime ).

I pazienti sono stati randomizzati e stratificati per categoria di rischio per la conversione ritardata della coltura dell'espettorato.

Gli esiti primari erano il tempo necessario per la conversione della coltura dell'espettorato nell'arco di 6 mesi e la differenza nella distribuzione del tempo alla conversione della coltura dell'espettorato nei 6 mesi tra i due gruppi, come valutato nella popolazione intention-to-treat modificata.

Tra il 2011 e il 2013, sono stati analizzati 714 pazienti, di cui 511 randomizzati ( 341 a Delamanid più regime di base ottimizzato, gruppo Delamanid, e 170 a placebo più regime di base ottimizzato, gruppo placebo ) che hanno formato la popolazione dell'analisi di sicurezza.

327 pazienti erano positivi alla coltura per la tubercolosi multiresistente al basale e comprendevano la popolazione di analisi dell'efficacia ( 226 nel gruppo Delamanid e 101 nel gruppo placebo ).

Il tempo mediano alla conversione della coltura dell'espettorato non differiva tra i due gruppi ( P= 0.0562, Peto-Peto modificato ), con 51 giorni nel gruppo Delamanid e 57 giorni nel gruppo placebo; l’hazard ratio è stato pari a 1.17 ( P=0.2157 ).

501 su 511 pazienti ( 98.0% ) hanno avuto almeno un evento avverso emergente dal trattamento. 136 pazienti su 511 ( 26.6% ) hanno manifestato almeno un evento avverso grave nel corso del trattamento; l'incidenza era simile tra i gruppi di trattamento ( 89 su 341 pazienti, 26.1%, con Delamanid e 47 su 170, 27.6%, con placebo ).

I decessi correlati a eventi avversi emergenti dal trattamento sono stati simili tra i gruppi ( 15 su 341, 4.4%, per Delamanid e 6 su 170, 3.5%, per placebo ).
Nessun decesso è stato considerato correlato a Delamanid.

La riduzione del tempo mediano alla conversione della coltura dell'espettorato in 6 mesi non è stata significativa nell'analisi primaria.
Delamanid è risultato ben tollerato con un profilo di sicurezza altamente caratterizzato.
È necessaria una ulteriore valutazione di Delamanid per determinare il suo ruolo in uno standard di cura in rapida evoluzione. ( Xagena2019 )

von Groote-Bidlingmaier F et al, Lancet Respiratory Medicine 2019; 7: 249-259

Pneumo2019 Inf2019 Farma2019


Indietro