Pneumobase.it
OncoPneumologia
Tumore polmone
Esmr

Incidenza di tubercolosi tra i bambini che vivono a contatto con tubercolosi positiva allo striscio: vantaggi e limiti del test Quantiferon TB Gold


I bambini che vivono a contatto con pazienti positivi allo striscio per tubercolosi polmonare sono molto esposti alle infezioni da tubercolosi.

È stata stimata l'incidenza della tubercolosi nei bambini che vivono a contatto con un caso positivo allo striscio ( M+ ) di tubercolosi polmonare ( PTM+ ) durante i due anni successivi all'esposizione.

È stato effettuato uno studio prospettico descrittivo, di coorte, multicentrico, di bambini di età compresa da 6 mesi a 15 anni a contatto con un caso PTM+.
Il reclutamento dei bambini si è basato sul caso indice di PTM+ diagnosticato e seguito dai Services of Control of Tuberculosis and Respiratory Diseases ad Algeri durante il 2014.

Sono stati selezionati 7 Centri. Tutti i bambini sono stati testati utilizzando il Quantiferon TB Gold in provetta ( QTR ) e il test cutaneo alla tubercolina ( TST ).
Per il test alla tubercolina, è stato considerato positivo un indurimento di diametro superiore a 10 mm.

Sono stati inclusi 456 bambini che vivevano in contatto con un paziente PTM+.
I risultati dei test TST e QFT erano disponibili per 319 bambini.
L'età media dei bambini era di 6.7 anni.
Il rapporto tra i sessi ( maschio / femmina ) era di 1.26, e il 15.8% ( n=50 ) non aveva la cicatrice della vaccinazione con bacillo di Calmette e Guerin ( BCG ).

Tra i bambini, il 46.1% ( n=147 ) e il 43.4% ( n=138 ) era positivo rispettivamente per QFT e TST, e il 6.1% ( n=19 ) aveva ricevuto terapia preventiva con Isoniazide.

51 bambini hanno sviluppato tubercolosi e hanno ricevuto un trattamento antitubercolare. ( Xagena2016 )

Hannoun D, Boulahbal F, Study Group on Latent TB Infection, Int J Mycobacteriol 2016; Epub ahead of print

Inf2016 Pneumo2016 Pedia2016



Indietro