GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Pneumobase.it
Xagena Mappa

Trattamento della tubercolosi polmonare altamente resistente ai farmaci a base di Bedaquilina, Pretomanid e Linezolid


I pazienti con forme di tubercolosi altamente resistenti ai farmaci hanno opzioni terapeutiche limitate e storicamente hanno avuto esiti sfavorevoli.

In uno studio in aperto, a gruppo singolo, di cui è in corso un follow-up in tre siti sudafricani, è stato studiato il trattamento con tre farmaci orali ( Bedaquilina, Pretomanid e Linezolid ) che hanno attività battericida contro la tubercolosi e contro i quali c’è poca resistenza preesistente.

Sono state valutate la sicurezza e l'efficacia della combinazione di farmaci per 26 settimane nei pazienti con tubercolosi ampiamente resistente ai farmaci e nei pazienti con tubercolosi multiresistente che non rispondevano al trattamento o per i quali un regime di seconda linea era stato sospeso a causa di effetti collaterali.

L'endpoint primario era l'incidenza di un esito sfavorevole, definito come fallimento del trattamento batteriologico o clinico o recidiva durante il follow-up, continuato fino a 6 mesi dopo la fine del trattamento.
I pazienti sono stati classificati con esiti favorevoli a 6 mesi se avevano una risoluzione della malattia clinica, una coltura negativa e non erano già stati classificati con esiti sfavorevoli.
Sono stati inoltre valutati altri endpoint di efficacia e sicurezza.

In totale 109 pazienti sono stati arruolati nello studio e sono stati inclusi nella valutazione degli endpoint di efficacia e sicurezza.

A 6 mesi dalla fine del trattamento nell'analisi per intention-to-treat, 11 pazienti ( 10% ) hanno avuto un esito sfavorevole e 98 pazienti ( 90% ) hanno presentato un esito favorevole.

Gli 11 esiti sfavorevoli sono stati 7 decessi ( 6 durante il trattamento e 1 per causa sconosciuta durante il follow-up ), 1 sospensione del consenso durante il trattamento, 2 recidive durante il follow-up e 1 perdita al follow-up.
Gli effetti tossici attesi di Linezolid di neuropatia periferica verificatisi nell'81% dei pazienti e di mielosoppressione nel 48% dei pazienti, sebbene comuni, sono stati gestibili, portando spesso a riduzioni della dose o a interruzioni del trattamento con Linezolid.

La combinazione di Bedaquilina, Pretomanid e Linezolid ha portato a un esito favorevole 6 mesi dopo la fine della terapia in un'alta percentuale di pazienti con forme di tubercolosi altamente resistenti ai farmaci; sono stati osservati alcuni effetti tossici associati. ( Xagena2020 )

Conradie F et al, N Engl J Med 2020; 382: 893-902

Pneumo2020 Inf2020 Farma2020


Indietro