Pneumobase.it
XagenaNewsletter
Tumore polmone
OncoPneumologia

Tubercolosi mono-resistente a Isoniazide: risultato del trattamento e sopravvivenza dei pazienti con tubercolosi polmonare


La mono-resistenza a Isoniazide è la forma più comune di mono-resistenza; la sua prevalenza nel mondo è stimata tra lo 0.0% e il 9.5%.
Non vi è consenso su come questi pazienti dovrebbero essere trattati.

È stato condotto uno studio prospettico di coorte per descrivere l'impatto della tubercolosi con mono-resistenza all’Isoniazide sul risultato del trattamento e la sopravvivenza tra i pazienti affetti da tubercolosi polmonare trattati a Orizaba, Veracruz, Messico.
Dal 1995 al 2010 i pazienti con micobatteri AFB ( acid-fast bacilli ) all’osservazione microscopica o campioni di espettorato con Mycobacterium tuberculosis sono stati sottoposti a valutazione epidemiologica, clinica e microbiologica.

Sono stati inclusi i pazienti con ceppi mono-resistenti a Isoniazide e pazienti con ceppi sensibili a Isoniazide, Rifampicina, Etambutolo e Streptomicina.

Tutti i pazienti sono stati trattati secondo le linee guida del Programma Tubercolosi messicano.

È stato effettuato un follow-up annuale per accertare il risultato del trattamento, recidiva, ricadute e mortalità.

Tra il 1995 e il 2010 sono stati reclutati 1.243 pazienti con tubercolosi polmonare; 902/1.243 ( 72.57% ) sono stati sottoposti a un test di sensibilità al farmaco; 716 ( 79.38% ) ospitavano ceppi pan-sensibili e 88 ( 9.75% ) ceppi con mono-resistenza all’Isoniazide.

I contatti con una persona con tubercolosi ( odds ratio aggiustato, aOR 1.85 ) e senza fissa dimora ( aOR=2.76 ) sono stati associati con mono-resistenza all’Isoniazide.

I pazienti con mono-resistenza all’Isoniazide avevano una maggiore probabilità di fallimento ( hazard ratio aggiustato, aHR=12.35 ) e di decesso a causa della tubercolosi tra i pazienti negativi a HIV ( aHR=3.30 ).

Tutti i modelli sono stati aggiustati per le variabili socio-demografiche e cliniche.

In conclusione, lo studio ha dimostrato che il Programma di trattamento standardizzato con farmaci di prima linea nei casi nuovi e trattati in precedenza di tubercolosi polmonare e mono-resistenza all’Isoniazide produce una frequenza elevata di fallimento del trattamento e morte a causa della tubercolosi. ( Xagena2016 )

Báez-Saldaña R et al, PLoS One 2016; 11(12):e0168955. doi: 10.1371/journal.pone.0168955. eCollection 2016

Inf2016 Pneumo2016 Farma2016


Indietro